Il mio Pantheon

“L’unica cultura che riconosco è quella delle idee che diventano azioni”

Ezra Pound

Libri

“Processo all’Occidente” di Marcello Veneziani

“Il Signore degli Anelli” di J. R. R. Tolkien

“Diario di un delicato” di Pierre Drieu La Rochelle

“Lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta” di Robert M. Pirsig

“Le città invisibili” di Italo Calvino

“La ribellione delle elites. Il tradimento della democrazia” di Christopher Lasch

“L’artista armato” di Stefano Zecchi

“Le stelle danzanti. Il romanzo dell’impresa fiumana” di Gabriele Marconi

“Fratelli traditi” di Gian Micalessin

“Paradiso Occidente” di Stefano Zecchi

“Il Piccolo Principe” Antoine De Saint-Exupery

“Educazione siberiana” di Nicolai Lilin

“Il tramonto dell’Occidente” di Oswald Spengler

“Trattato del ribelle” di Ernst Junger

“Putin. Vita di uno zar” di Gennaro Sangiuliano

“La ruota del tempo” di Robert Brasillach

“La forza del carattere” di James Hillman

 

 

 

Film

“300” di Zack Snyder, 2007
“Braveheart” di Mel Gibson, 1995
“Blade Runner”, di Ridley Scott, 1982
“Matrix” di Larry e Andy Wachowski, 1999
“Excalibur” di John Boorman, 1981
“Il Gladiatore” di Ridley Scott, 2000
“L’ultimo samurai” di Edward Zwick, 2003
“Easy rider” di Dennis Hopper, 1969
“Un mercoledì da leoni” di John Millius, 1978
“Fight Club” di David Fincher, 1999
“Carlito’s way” di Bryan De Palma, 1993
“Pulp fiction” di Quentin Tarantino, 1994
“Romanzo Criminale. La serie” di Stefano Sollima, 2008-2010
“Ladyhawke” di Richard Donner, 1985
“Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali” di Tim Burton, 2017
“L’armata Brancaleone” di Mario Monicelli, 1966
“Trainspotting” di Danny Boyle, 1996
“Non è un paese per vecchi” di Joel e Ethan Cohen, 2007

Citazioni preferite

“L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio”.
Da “Le città invisibili “ di Italo Calvino

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui”    Ezra Pound

“Le radici profonde non gelano”   J.R.R. Tolkien

“Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola”  Paolo Borsellino

“Memento audere semper”  Gabriele D’Annunzio

“Noi non ci definiamo conservatori, ma nazionalpopolari, sociali o nazionalrivoluzionari, proprio per dire che siamo la destra dei valori e non quella conservatrice” Pino Rauti

Iscriviti alla newsletter

Resta informato sulle mie attività

Grazie, la tua iscrizione è andata a buon fine!