Roma, 28 luglio “Sul dl dignità il governo grillo-leghista decide di incentivare le assunzioni degli under 35 solo con qualche milione di euro, del tutto insufficienti e con la copertura a carico del gioco di azzardo che invece sbandierava di voler debellare. Ma non è tutto: il M5S ha sottoscritto e riconfermato il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti di Matteo Renzi. Questo, con buona pace degli over 40 disoccupati, con buona pace delle donne in attesa di pensione, con buona pace degli esodati e degli over 50 che non hanno né lavoro né pensione. Il ministro Di Maio getta finalmente la maschera e mostra di essere un nuovo Renzi, teoria tra l’altro confermata sul pasticcio fatto sulle proposte di cambiamento dello strumento dei voucher che, per come fatto, non risolverà nulla, anzi, continuerà a far crescere il lavoro nero”.

Iscriviti alla newsletter

Resta informato sulle mie attività

Grazie, la tua iscrizione è andata a buon fine!