Roma, 30 maggio 2019

La vicenda della nomina di Gianluigi Scaffidi dimostra che non c’è il limite al peggio con gli ex campioni dell’onestà che oggi si trasformano in campioni dell’ inopportunità e dell’ immoralità.

Non solo abbiamo scoperto che il candidato alla nomina di commissario per la Asl di Vibo è un collaboratore della relatrice del decreto sanità, Dallia Nesci, ma che addirittura non è mai stato pagato. A casa mia questa cosa si chiama ‘post datato’: lavora oggi che ti pago domani. L’ eventuale nomina di questa persona sarebbe l’epitaffio politico sulla tomba dei 5 Stelle.

Iscriviti alla newsletter

Resta informato sulle mie attività

Grazie, la tua iscrizione è andata a buon fine!