Roma, 17 maggio 2019

“Leggiamo che Saitta, assessore uscente alla sanità della Regione Piemonte, si è fatto proporre al vertice dell’Agenzia del Farmaco. E’ significativo che Saitta, uomo chiave della giunta Chiamparino, tenti di abbandonare la nave prima ancora che affondi. Ha fatto bene non una, ma tre volte il ministro Grillo a stoppare la nomina. Ha fatto bene perché l’Aifa, recentemente assurto all’onore della cronaca per aver mutualizzato la Triptorelina per bloccare lo sviluppo ormonale dei minori, non ha bisogno di altri sinistri personaggi. Ha fatto bene perché non si premia chi abbandona le navi anzitempo. Ha fatto bene perché a giudicare dal sistematico lavoro di smantellamento della sanità pubblica delle province piemontesi non vi è nulla nel suo curriculum che meriti una promozione”.

Andrea Delmastro con Elena Chiorino (candidata alla Regione Piemonte)

 

Iscriviti alla newsletter

Resta informato sulle mie attività

Grazie, la tua iscrizione è andata a buon fine!