Roma, 11 settembre 2018

DELMASTRO DELLE VEDOVE. – Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. – Per sapere – premesso che:
il crollo del ponte Morandi ha inter rotto la comunicazione essenziale tra la Toscana e la costa ligure;

attualmente, chi intenda raggiungere dalla costa ligure quella toscana o viceversa è costretto ad una deviazione che comporta una percorrenza di 105 chilometri ulteriori, con aggravio di tempo e di costi;

Autostrade per l’Italia ha liberalizzato, seppur tardivamente, la rete autostradale di Genova rendendo gratuita la sua percorrenza;

segnatamente, il transito in autostrada diventa gratuito per chi viaggia sulle tratte Genova Ovest-Genova Bolzaneto, Genova Prà-Genova Aeroporto, Genova Prà-Genova Pegli, Genova Pegli-Genova Aeroporto;

la liberalizzazione del solo tratto genovese appare una misura assolutamente inadeguata a fronteggiare i disagi per lo spostamento delle persone e delle merci fra Toscana e Liguria e viceversa, determinati dal crollo del Ponte Morandi -:

se il Governo intenda assumere iniziative affinché Autostrade per l’Italia renda immediatamente gratuita la tratta per chi si sposta da e verso la costa ligure, percorrendo la bretella obbligatoria costituita tratte A26 e A7, gestite dalla medesima società.

Iscriviti alla newsletter

Resta informato sulle mie attività

Grazie, la tua iscrizione è andata a buon fine!